27 November 2022 19:39:38
closed
c/o careof

Careof è uno spazio indipendente, punto di riferimento e luogo di ispirazione e confronto per artisti, giovani e afferma

c/o careof

LABORATORIO

Martyna Di Paolo, GISTO, Hypereden, Silvia Sfligiotti

08.06 - 11.06.2022
ore 10.00 - 18.00

opening: martedì 07.06.2022, ore 19.00
workshop es_ design somatics: martedì 07.06.2022, ore 18.00 Silvia Sfligiotti offre un’esperienza somatica di esplorazione dello spazio

Durante Milano Design Week 2022, Careof presenta LABORATORIO, un’occasione per condividere le ricerche di alcune delle realtà che, all’interno di Careof LAB, si occupano di design, architettura e comunicazione visiva.
In mostra all’interno della Fabbrica del Vapore di Milano, dall'8 all'11 giugno 2022, i lavori di Martyna Di Paolo, GISTO, Hypereden, Silvia Sfligiotti.
Dalla relazione tra design e corpo all’idea di demolizione e trasformazione della materia, dalla possibilità di costruire arredi e attrezzature per lo spazio pubblico con cemento e inerti fino alle carte lacerate che imitano superfici urbane: LABORATORIO mostra i punti di tangenza e di intersezione tra realtà differenti in grado di convivere, coabitare, collaborare.

Martyna Di Paolo: Vulnerabili

Vulnerabili è una similitudine visiva tra superfici urbane e vulnerabilità dell’essere umano.
Un progetto personale che nasce dall’osservazione di texture, colori e matericità data dalla sovrapposizione di quelli che un tempo erano manifesti pubblicitari, ora abbandonati a se stessi su lamiere in giro per la città.
L’intervento di addizione, gli agenti atmosferici e il gesto stesso di rimozione, in alcuni casi degli addetti ai lavori, plasmano un oggetto le cui caratteristiche lasciano spazio ad un’intuizione che associa la condizione di vulnerabilità del genere umano a questi oggetti trovati in giro per la città.
Non siamo forse il risultato di esperienze, parole, luoghi, numeri e imprevisti? Stratificazione di informazioni e incontri di cui a volte vorremmo rimuovere alcuni ricordi per dar spazio ad altro?
La lacerazione della carta per mostrare la verità dei nostri destini umani che come le lamiere, nella loro inerte e statica apparenza, vivono la brevità esistenza dei manifesti, il loro continuo sovrapporsi e annullarsi nella fragile identità vitale, ripete e ricapitola la precarietà della nostra stessa vita, del nostro tempo che scorre, inarrestabile.

Martyna Di Paolo è una designer che vive e lavora a Milano.
Sperimentare, essere curiosi e contemplare soluzioni inusuali sono alcune delle parole chiave che modulano costantemente la sua ricerca e il suo lavoro. Collabora come illustratrice e consulente nel settore tessile, per Cabana Wallpaper ed è Co-founder del brand Byobù design, un progetto di separé artigianali.
instagram.com/dipaolo_martyna

GISTO: Frantoio Sociale

Frantoio Sociale è un progetto di ricerca che ha l’obiettivo di esplorare la tematica della trasformazione di materia su un piano culturale e sociale, proponendo un modello di sviluppo che prende ispirazione dal mondo agricolo: luoghi orizzontali, aperti e conviviali come frantoi, cantine sociali, sistemi cooperativi, strutturalmente e ideologicamente opposti ai sistemi di produzione e smaltimento “di massa”. Strumento necessario e centrale del progetto è una macchina frantumatrice trasportabile, che permette di trasformare materiali inerti in nuova materia prima per infiniti utilizzi.
Durante Milano Design Week 2022 Frantoio Sociale diventa itinerante, con workshop e mostre realizzate in collaborazione con il territorio. Cinque giorni, cinque eventi aperti al pubblico per raccontare la demolizione come processo circolare e da valorizzare.

Frantoio Sociale è un progetto di Studio GISTO Alessandro Mason, Alice Cazzolato, Matteo Giustozzi, Pietro Lora e Hund Studio, in collaborazione con Crunchy Crusher.

Dal 2010 Studio GISTO sviluppa progetti che spaziano tra design, architettura e artigianato in collaborazione con istituzioni, aziende e altre realtà. L'approccio utilizzato presta attenzione alle risorse presenti nel contesto, alla sostenibilità dei materiali e ai processi di sviluppo circolari.
frantoiosociale.xyz

Hypereden: Forme per il dialogo

Forme per il dialogo è il racconto delle attività e delle modalità operative di Hypereden, che fa coincidere l’abitare e il costruire in un rapporto esistenziale, supera la distinzione tra ambito pubblico e privato, include le energie potenziali del contesto nella trasformazione dello spazio.
In occasione di Milano Design Week 2022, Hypereden, insieme a Frantoio Sociale, collabora con l’associazione Giardini in Transito per la realizzazione di arredi e attrezzature in cemento e inerti di recupero all’interno del Giardino Comunitario Lea Garofalo, in un progetto da sviluppare, nell’arco dei prossimi anni, con il coinvolgimento dei cittadini e delle realtà che vivono questo lo spazio tramite incontri e workshop. Il primo intervento previsto è una fontana, in corso di realizzazione: un elemento simbolico e allo stesso tempo un luogo di aggregazione.

Hypereden è un collettivo di architetti e designer, nato nel 2011, che indaga le identità fisiche e culturali dei luoghi, la loro valorizzazione e la loro trasformazione sostenibile nel tempo. Opera con gli strumenti dell’arte, del design e dell’architettura nel campo della progettazione del paesaggio, urbanistica, architettonica e di interni. Dal 2016, costituisce un’associazione culturale con l’obiettivo di incentivare pratiche di riqualificazione e trasformazione attiva degli spazi collettivi; collabora con realtà del terzo settore per l’attivazione e il coordinamento di processi di trasformazione dello spazio, temporanei e a lungo termine, sperimentando dinamiche di partecipazione e di interazione con le potenzialità del contesto.
www.hypereden.it

Silvia Sfligiotti: es_ design somatics

es design somatics è un progetto avviato da Silvia Sfligiotti (Alizarina) per portare nella pratica e nell’educazione al design le conoscenze consapevoli del corpo. Nasce come possibile risposta alla necessità di trovare nuove basi a una pratica che ha bisogno di essere rimessa in discussione.
Attingere alle conoscenze del corpo ci permette di avvicinarci al progetto con una maggiore ricchezza di strumenti sensoriali e relazionali, e di creare spazi di apprendimento orizzontali e consapevoli. Attraverso testi, workshop, incontri, una newsletter e un podcast, es
rende disponibili idee, materiali ed esperienze per immaginare modi di progettare più organici, aperti e situati.

Silvia Sfligiotti è una graphic designer, co-fondatrice con Raffaella Colutto dello studio di comunicazione visiva Alizarina. Insegna all’ISIA Urbino, alla Scuola Politecnica di Milano e all’Università della Repubblica di San Marino. I suoi ambiti di ricerca sono la storia e critica della comunicazione visiva e l’educazione al design con un approccio somatico.
www.es-se.it
essomatic.substack.com

Careof LAB

Careof LAB è un network di professionisti con competenze, attitudini diverse e trasversali, dall'arte contemporanea al typedesign, dalla fotografia all'architettura, dall’illustrazione sino alla comunicazione visiva.
Careof LAB è condivisione, divulgazione, divagazione e didattica tramite workshop, incontri, presentazioni di libri, cineforum, aperti al pubblico.
Careof LAB è un hub di produzione di nuovi contenuti creativi e culturali, tramite la costruzione di relazioni con altre realtà e la presentazione di un palinsesto in continuo sviluppo.
Careof LAB è un gruppo fluido e multiforme, composto da chi ora abita lo spazio di Careof, grazie al bando Spazi al Talento all'interno di Fabbrica del Vapore - Comune di Milano: lo studio di progettazione GISTO; lo studio di design e comunicazione AUT Design Collective; il fotografo Diego Mayon; l'agenzia di produzione Hotel Production; il collettivo di progettisti Hypereden; Emanuele Zamponi, art director, fotografo e videomaker; lo studio di comunicazione visiva Alizarina; il type-designer Alessio D’Ellena, la fotografa Chiara Goia, la designer Martyna Di Paolo.